ITINERE_logo

  • Home
  • Percorsi
  • Le strade dei vini e dei sapori

Le strade dei vini e dei sapori

Itinerario di 3 giorni e 2 notti
Attraverso la storia e i piccoli borghi della Romagna

  • Giorno 1:

    Ravenna - Brisighella - Faenza

    Il nostro itinerario parte da Ravenna e i luoghi simbolo della sua provincia: Brisighella e Faenza.
    La mattina sarà dedicata alla visita dei ben otto Monumenti Paleocristiani (costruiti tra il V e il VI secolo) dichiarati dal 1996 Patrimonio Mondiale dell’Umanità: laBasilica di San Vitale, ilMausoleo di Galla Placidia, il Mausoleo di Teodorico, la Basilica di Sant’Apollinare Nuovoe diSant’Apollinare in Classe, ilBattistero degli Ariani, ilBattistero Neonianoe laCappella di Sant’Andrea. Questo complesso di monumenti è consideratounico al mondo per la ricchezza e la qualità artistica delle decorazioni a mosaicopresenti in essi.
    Al termine delle visite, in circa 60 minuti arriviamo a Brisighella, uno dei borghi medievali più belli e meglio conservati d’Italia, nonché centro termale, famoso per il suo olio extra vergine d’oliva DOP “Brisighello”.
    Passeggiata nel borgo medievale e lungo la Via degli Asini, quindi visita alla Cooperativa Agricola Brisighellese, che comprende il Museo dell’Olio all’aria aperta, il Frantoio, con degustazione in cucina caratteristica di pane con olio extravergine e vini DOC.
    Possibilità di pranzare in agriturismo.
    Ridiscendiamo in pianura e ci fermiamo a Faenza, in tempo per una passeggiata in centro.
    Cena e il pernottamento in agriturismo.

  • Giorno 2:

    Faenza - Bertinoro - Cesena - Cervia - Cesenatico

    Dopo la prima colazione, possibilità di visitare il Museo Internazionale della Ceramica, inserito nelle liste UNESCO come Testimone di una Cultura di Pace.
    Partenza quindi per Bertinoro, borgo conosciuto per la
    lunga tradizione vinicola ma anche per la sua splendida posizione: percorrendo il sentiero panoramico “Strada della Vendemmia” raggiungeremo la piazza principale, unica nel suo genere, in quanto vero e proprio terrazzo da cui si può godere un ampio panorama di tutta la Romagna, fino al mare.
    Possibilità di visitare aziende vinicole con degustazione ed eventuale acquisto: Azienda Agricola “Celli”, Azienda Agricola “Dolores Lega”, Società Agricola “Ricci Paolo e Umberto” e la “Tenuta Pedrini”.
    Ci spostiamo a Cesena, per una visita d’obbligo alla Biblioteca Malatestiana, unico luogo in Italia ad essere stato inserito (dal 2005) nel Registro UNESCOMemoria del Mondo.
    Per il pranzo sosta poco fuori Cesena in agriturismo.
    Proseguiamo per Cervia, che
    deve la sua storia al sale e alle antiche saline che, oltre a garantire tutt’ora una pregiata produzione, costituiscono una riserva naturale dove nidificano varie specie di avifauna. Il Centro visite Salina di Cervia, fa parte della Stazione Sud del Parco del Delta del Po e ospita anche il Museo del Sale.
    Per la cena e il pernottamento rimaniamo sul mare e ci spostiamo a Cesenatico, in una delle nostre strutture agrituristiche.

  • Giorno 3:

    Santarcangelo di Romagna - Sogliano - Montebello - Verucchio - Rimini

Prima colazione in agriturismo, per poi dedicare la nostra giornata all’entroterra riminese: Partenza quindi per Santarcangelo di Romagna, antico borgo medioevale famoso per la Pieve bizantina, le grotte tufacee e la Rocca malatestiana.
Sosta alla bottega Marchi che risale al 1600, dove vengono prodotte le caratteristiche stampe romagnole su tela con l’antichissimo strumento del “Mangano a Ruota”, unico esistente al mondo.
Proseguiamo per Sogliano al Rubicone, il cui simbolo gastronomico è il Formaggio di Fossa che nel 2009 ha ottenuto il marchio DOP. Visita delle “Fosse” dove nasce questo formaggio: visita ad alcuni produttori, con possibilità di
degustazione. Sosteremo presso uno di questi per il pranzo.
Ci spostiamo poi a Montebello, noto in tutta Italia per laleggenda del fantasma di Azzurrina,che trova vita nelle stanze del suo castello. Siamo in un territorio naturale tanto ricco da essere tutelato come Oasi di Protezione della fauna di Montebello, sede anche dell'Osservatorio Naturalistico Valmarecchia,che offre la possibilità a tutti i visitatori discoprire le bellezze dell'entroterra riminese.
Ci dirigiamo finalmente verso il mare e, tempo permettendo, facciamo un’ultima sosta a Verucchio, culla dei Malatesta, con le Rocche ed il Museo Archeologico. Qui San Francesco si fermò e piantò un cipresso che ancora oggi domina il convento francescano.

Il nostro viaggio si conclude quindi a Rimini.